Bruxelles - slide

“A sud delle cose” all’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles

istituto italiano di cultura di BruxellesL’ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA DI BRUXELLES
e L’ASSOCIAZIONE CALABRESI IN EUROPA DI BRUXELLES

INVITANO

ALLA PRESENTAZIONE DELLA

CALABRIA DA VIVERE E DA SCOPRIRE

Il mare, la quiete della natura, i borghi incantati, solarità:
una serata per scoprire un territorio ricco di bellezza, cultura, tradizioni e sapori

giovedì 8 maggio, ore 18.00
presso l’Istituto Italiano di Cultura
Rue de Livourne, 38 – 1000 Bruxelles

Proiezioni, musica, letture poetiche, degustazione di olio, confetture e prodotti tipici calabresi.
L’accoglienza, la genuinità della cucina, il relax nella natura incontaminata, e poi scuola di italiano, laboratori di cucina e tanto altro raccontati da imprenditori e artisti calabresi.
Come innamorarsi della Calabria con una vacanza tutta da vivere.

—————–

Introduce e presenta la Calabria
Beatrice Marzano – guida turistica

Presentano le strutture turistiche
Clelia Iemma – Agriturismo Livadia, Gizzeria – CZ
Mariangela Costantino – Agriturismo Costantino, Maida – CZ
Stefano Diano – Grand Hotel President, Siderno – RC

Presenta i corsi di italiano e cucina
Doretta Grandinetti – Meeting Service,
Agenzia di organizzazione eventi e servizi per turismo, Lamezia Terme

Presentazione della raccolta di poesie A sud delle Cose
di Pasqualino Bongiovanni, alla presenza dell’autore
Introduzione a cura di
Aldina Mastroianni – Poetessa e pittrice
Letture in lingua francese a cura di
Marie Marazita – traduttrice dell’opera in francese

(Guarda le foto)

Marie Marazita

Da Parigi la traduzione in francese delle liriche di Bongiovanni

Marie MarazitaL’interessamento per le poesie di Bongiovanni arriva anche da Parigi dove Marie Marazita, giovane intellettuale francese di origini italiane, si sta occupando della traduzione in francese delle liriche del poeta italiano. In progetto c’è la traduzione della prossima raccolta poetica di Bongiovanni ancora in via di pubblicazione. Attualmente è possibile comunque leggere nelle pagine di questo sito web alcune traduzioni di Marie Marazita tratte dalla raccolta “A sud delle cose”.

Marie Marazita nasce in Lorena nel 1986. Originaria di San Giovanni in Fiore, città sui monti Silani in provincia di Cosenza, nutre da sempre un forte interesse per la cultura e la lingua della sua regione di origine. Nel 2007 si laurea in Lingua e Letteratura Italiana presso l’Università di Nancy. Nel 2010, consegue un Master di Studi Italiani presso l’Università di Nanterre, Parigi 10. Attualmente è insegnante di lingua italiana in un liceo della periferia parigina. Inoltre è coinvolta in diverse attività teatrali e pratica canto lirico.

marazitamarie@yahoo.fr

Leggi alcune traduzioni in francese di Marie Marazita dalla raccolta “A sud delle cose”

Book Cafè

Pasqualino Bongiovanni ospite della trasmissione “Book cafè” condotta da Tiziana Bagnato

Di ritorno dal Canada dove ha presentato “To the South of Things”, traduzione in inglese di “A sud delle cose” a cura di Giuseppe Villella, Pasqualino Bongiovanni è stato ospite della trasmissione Book Cafè condotta dalla giornalista Tiziana Bagnato ed in onda su ST Television. Guarda il video.

Book Cafè

A sud delle cose

“A sud delle cose” – Roma, 2017 (I ed. 2006)

A sud delle cose - 500pxA sud delle cose

(I edizione – Roma, 2006)

Lebeg Edizioni – Roma, 2017 – pp. XIV – 104

ISBN: 978-88-99599-06-5

Disponibile anche in formato E-book (EPUB e MOBI)

ISBN: EPUB: 978-88-99599-03-4; MOBI: 978-88-99599-04-1

 

Le sue poesie, così amare e così cariche di ricordi di una terra amatissima e sofferta, mi fanno capire l’anima nascosta della Calabria, la sua antica civiltà e anche il mal vivere che ogni tanto si manifesta.

Mario Rigoni Stern

_______________________

Vi era, vi è ancora – e Bongiovanni ne è un valido rappresentante – una poesia “meridionale” che ha connotati suoi ben riconoscibili, non solo e non tanto per le tematiche “sociali” (che, se abusate, potrebbero riuscire stucchevoli e di maniera), ma proprio per il tipo di approccio lirico alle cose, che sono guardate con un disincanto venato di triste tenerezza quando si riconosce ad esse di non poter essere altro di quello che sono, pur se il loro essere quello che sono è un’ansia amara di voler essere altro. Così, in questo tipo di poesia, che è la sua, e che si pone “a sud delle cose”, l’abbandono lirico non è ripiegamento intimistico, ma arrendevolezza suadente e sapiente di un “io” più esteso, corale o forse anche “panico”.

                                                                                              Alessandro Centinaro

________________________

Il giovane poeta di Lamezia Terme fa in modo che le sue poesie profumino delle tipicità del sud, dei suoi colori e delle sue ricchezze, della fierezza e dei drammi di una terra che trasuda storia. La poesia, parente stretta della preghiera, illumina ciò che è nascosto nell’anima delle cose e ne scorge la filigrana per indicarla a coloro che vogliono conoscere veramente. Belle poesie a cui abbandonarsi per conoscere la Calabria chiudendo gli occhi e aprendo l’anima.

Tonio Dell’Olio

_______________________

Solo quando il poeta meridionale si è sollevato dalla condizione di semplice cantore della propria terra ed è penetrato, con i propri temi, in quella sfera che riguarda temi e sentimenti universali, solo allora ha superato i confini di una costretta geografia letteraria. E’ stato il caso di Sinisgalli, di Quasimodo e di pochi altri. E crediamo che sia il caso di Pasqualino Bongiovanni, giovane e già noto poeta lametino che con la sua raccolta A sud delle cose compie un percorso nel cuore della sua terra e, in forme e modi simultanei, arriva dentro al cuore di ogni terra e di ogni singolo uomo.

Anna Stella Scerbo

_______________________

Pasqualino Bongiovanni, giovane poeta calabrese, nella raccolta A sud delle cose vive la sua poesia e la fa vivere, attraverso la parola, il suono, la perfetta unione tra significante e significato, nella sintesi colta saussurrianamente nel segno, che va a fermare un tempo reale, tattile e quasi verbo-visivo, per efficacia e sintesi di parola scalpellata a bulino, atta a restituire immagini sull’onda del disagio che vivono i personaggi chiave delle sue poesie [...] anche quando lo scandaglio affonda inesorabilmente nella vicenda storico-sociale-individuale, il discorso si eleva ad alto livello e si fa paradigma dell’umana avventura di tutti gli uomini del Sud.

Lia Bronzi

ode al pino loricato

ODE AL PINO LORICATO

ODE AL PINO LORICATO

C’erano un tempo
valorosi guerrieri di pace
che per voto
si ritirarono sui nostri monti
a guardia delle nuvole.
Poi,
tramutatisi in alberi,
scelsero con coraggio
di morire in piedi
e rimanere così
per sempre tra i vivi
senza la gloria
della vittoria
o dei morti in battaglia.

Abbarbicati
a pareti di roccia
o disseminati
tra i massi erratici
dei pianori,
alla pioggia
diedero in pegno
parte della terra
custodita gelosamente
ai loro piedi.
Al vento
donarono
aghi d’argento
come bottino.
Ai fulmini tiranni
sacrificarono
i rami più belli
e a volte
la stessa cima.
Il tempo ed il gelo
pagarono infine
con la propria corazza
cedendo ogni lorica
come lascito
di antiche monete.

Così,
ancora oggi
nelle notti di stelle
alberi d’avorio
ingannano l’eterno
con la complicità
della luna.

(da “A sud delle cose” – Roma, 2017 – I ed. 2006)

A sud delle cose - 500px

Invito-La-Plata-ITA

Presentazione “Al sur de las cosas” – Centro Culturale “Bivongesi” – La Plata – 27 luglio 2012

Al sur de las cosas -La-Plata-ITA

Presentazione del volume di poesie “Al sur de las cosas”
del poeta italiano Pasqualino Bongiovanni in edizione bilingue

Venerdì 27 luglio ore 19.00

Sarà presente l’autore.

Ingresso libero – aperitivo finale

Centro Culturale “Bivongesi”, Calle 63 N° 1533 e/ 25 e 26
La Plata

FACA-ITA

FACA Buenos Aires – Federación de Asociaciónes Calabresas en Argentina – 19 luglio 2012

FACA-ITA

FACA – Buenos Aires – Federación de Asociaciónes Calabresas en Argentina
19 luglio 2012 – ore 19.00

Presentazione del volume di poesie “Al sur de las cosas”
del poeta italiano Pasqualino Bongiovanni in edizione bilingue

Con la participacione di Irma Rizzuti.
Presenta: Cristina Borruto.

Ingresso libero – Aperitivo finale

Sede FACA Buenos Aires
Av. Hipolito Yrigoyen, 3950 – Buenos Aires

libri

Maggio dei libri 2012 – Lamezia Terme – 28 maggio 2012

Maggio dei libriMaggio dei libri 2012

28 maggio 2012 – ore 18.30

Presentazione del volume “Al sur de las cosas”
di Pasqualino Bongiovanni – traduttore: José M. Carcione

conversano con l’autore:
Giovanna De Sensi Sestito – Anna Stella Scerbo
Giuseppe Villella

Letture di Laura Nicotera
Interventi musicali: Fabio Sirianni

Biblioteca comunale – Palazzo Nicotera
Piazza T. Campanella – Lamezia Terme (CZ)